Caricamento Eventi

Carlo Ossola

introduce Gustavo Zagrebelsky

L’identità dell’Europa permane nella coscienza della sua unità al di sopra delle divisioni di frontiera, di lingua, di religione. La capacità di erigerla nelle arti ha dato realtà all’Europa. Lo stesso De Gasperi, nel 1913 a scongiurare la I Guerra mondiale e a preparare già il lievito dell’Europa che verrà, evocava il Monarchia di Dante, nel nome di un’entità regolatrice sovranazionale, capace di comporre le discordie tra le nazioni. L’Europa è il pensiero dell’Europa.